Galaxy Note 8 ricarica

Galaxy Note 8: la ricarica è veloce ma non da record

L’autonomia rimane uno degli aspetti principali nella scelta di uno smartphone. Al lancio di un nuovo modello viene trascurata spesso una caratteristica chiave, ovvero quanto velocemente è in grado di caricarsi la batteria.

Negli ultimi anni abbiamo visto molti progressi in questo ambito. Motorola ha la propria a 30W Turbo, Google usa il tipo di alimentazione C (3A) compatibile con i propri dispositivi USB, OnePlus utilizza la Dash Charge mentre Qualcomm ha presentato di recente Quick Charge 4.0.

Sul versante Samsung, Galaxy Note 8, come i Galaxy S8 e S8 +, utilizza ancora la stessa tecnologia Adaptive Fast Charging che fece la sua prima comparsa durante la presentazione del Galaxy S6. E’ l’equivalente del Quick Charge 2.0, non la più veloce in commercio ma meglio di iPhone 7.

A differenza di Quick Charge 2.0, 3.0, 4.0 o Dash Charge di OnePlus, il caricamento rapido non funziona durante l’utilizzo effettivo del dispositivo: fino a quando lo schermo rimarrà acceso, comparirà solo una notifica ad informarvi che il telefono è in modalità “ricarica rapida” ma quest’ultima non entrerà in gioco finché il display del dispositivo sarà acceso.

Se volete scoprire i tempi di ricarica del Note 8, qui potete trovare la tabella completa:

  • 10 min – 13%
  • 20 min – 26%
  • 30 min – 38%
  • 40 min – 50%
  • 50 min – 61%
  • 60 min – 70%
  • 70 min – 78%
  • 80 min – 88%
  • 90 min – 96%
  • 100 min – 99%
  • 107 min – 100%

Totale: 1 ora e 47 minuti (6.420 secondi)

Un’altra caratteristica degna di nota del Galaxy Note 8 riguarda la presenza della ricarica wireless e wireless veloce, tecnologia ripresa da Apple con iPhone 8 e iPhone X che in un futuro potrebbe diffondersi all’interno di ristoranti, caffè e automobili.

(Visited 645 times, 1 visits today)